iconEachTime Wall iconSocial Wall iconEventi

Notonlyspaghetti.com, l’artigianalità viaggia in rete

Fra Pesaro, Osimo e Parigi è nato, da un’idea di quattro giovani imprenditori con la passione del cibo e di tutto quello che viene realizzato attraverso l’artigianalità che solo l’Italia sa esprimere, un sito di vendita online: Notonlyspaghetti.comQuindi dalle Marche, passando per Parigi, un altro input positivo all’Italia artigiana. Quella vera.

David (il parigino), Cristian, Nicola e Massimo (i marchigiani) hanno già delle belle e avviate attività, un’età media di 30 anni o giù di lì, e sono pieni di entusiasmo, altrimenti certe imprese non riescono nemmeno a nascere. Hanno unito competenze, doveri, diritti e responsabilità. Nell’anno passato si sono dedicati a cercare, scegliere, assaggiare e, soprattutto, incontrare e conoscere personalmente giovani produttori enogastronomici. Giovani in due sensi: per età anagrafica e perché poco noti al rutilante mondo dei già noti. Nessuno dei loro produttori o partner (i quattro di notonlyspaghetti amano definirli così) è inserito nella grande distribuzione organizzata sia in Italia che all’estero. Va da sé che, siccome il mondo è piccolo, molti dei produttori selezionati sono marchigiani. Potrete rendervene conto da soli facendovi una navigata, senza impegno, sul sito.  I quattro si sono impegnati a fare, per i partner, delle traduzioni in inglese, ad arricchire brevi presentazioni senza pathos e a “rimpaginare” siti obsoleti o, addirittura, inesistenti. Lo scopo è stato ed è quello di far uscire, come protagonista, l’artigiano, la sua personalità e la sua identità al giusto prezzo. In questo modo si innesca, mi dicono i quattro, un meccanismo che fa in modo che la vendita sia direttamente dal produttore al consumatore e che notonlyspaghetti.com funzioni come una piattaforma/vetrina utile per la logistica. La logistica. La brutta bestia! Anello mancante, molto spesso, delle e-commerce.

I quattro aggiungono: <<Notonlyspaghetti vuole rispettare i prodotti artigianali italiani che sono il frutto della tradizione delle persone e del paese in cui vivono. Sono prodotti che raccontano dei luoghi di produzione, di sacrifici e di gioie>>. Sono i prodotti artigianali, e qui rubo le parole di un amico cuoco italiano, Francesco Guarracino, che lavora a Dubai: fatti da quelli che “sorridono mentre lavorano”. Quando ho incontrato per la prima volta Cristian e Massimo ero scettica, lo confesso. Ne ho viste e vissute tante che ero pronta a dire dove poteva fare acqua il progetto. Poi mi hanno fatto assaggiare alcuni prodotti ed un olio marchigiano di cui avevo solo sentito parlare (lo trovate sul sito). Oggi tifo per loro perché più canali alternativi si creano e meglio è per tutti quelli che “sorridono mentre lavorano”.

Notonlyspaghetti.com si rivolge al mercato europeo intero. Ma se siete di casa e non trovate un prodotto che vi piace, scrivetegli e chiedetelo. I quattro accettano, ovviamente con entusiasmo, consigli. In questa sede non posso fare a meno di ricordare, con nostalgia e soddisfazione per esserci stata, Esperya. Il primo sito di cibo e vino di e-commerce italiano. Un fenomeno marchigiano diventato, nel tempo, di proporzioni mondiali grazie alle idee visionarie di un grande che si chiama Antonio Tombolini. Da lì Antonio ha spostato la sua mente illuminata su un altro settore di avanguardia di cui, quando vorrà “darmi udienza” sarò ben felice di raccontarvi. Siamo sempre online ma questa volta di tratta di ebook. Perché Tombolini ora è la Antonio Tombolini Editore. Anche con i 4 quattro Notonlyspaghetti ho parlato di Esperya ma loro erano piccoli a quei tempi e giocavano con il Re Leone e la Play Station.

Fonte

Categorie:   Impresa

Commenti

I commenti sono chiusi per questo articolo.