iconEachTime Wall iconSocial Wall iconEventi

Al Ca’ Virginia il più grande impianto fotovoltaico delle Marche

Una community al 100% ecologica con un occhio di riguardo verso i ciclisti. Alle porte di Urbino, a pochi chilometri da Pesaro e San Marino, si trova Ca’ Virginia Country House & Wellness, vero e proprio rustico padronale quattrocentesco immerso nelle colline del Montefeltro. Una struttura totalmente immersa nella natura, ideale per ritrovare il proprio benessere in un ambiente bucolico.

La filosofia green. Ecologia e ambiente sono le parole chiave della struttura, nata con l’obiettivo di promuovere una filosofia eco-sostenibile, in una settimana decisiva per l’accordo storico sul clima firmato a Parigi. L’impianto fotovoltaico, il più grande realizzato nelle Marche, insieme a un sistema solare-termico e a un campo geotermico, contribuiscono all’abbattimento dell’emissione dei gas serra e ne fanno un’area energicamente indipendente. L’energia prodotta è infatti utilizzata per alimentare sia il ristorante che lo spazio benessere, rendendolo un vero e proprio esempio di Green Energy Hotel. “Il nostro è un vero albergo ecologico in quanto non utilizziamo combustibili fossili e non rilasciamo anidride carbonica nell’atmosfera durante le nostre attività” spiega Giacomo Rossi, amministratore delegato del Ca’ Virginia.

La passione per il ciclismo. È il luogo ideale per gli sportivi e per gli amanti delle due ruote. Da cinque anni Ca’ Virginia aderisce a Roadbike Holidays (la vacanza europea con la bicicletta su strada, ndr) e soddisfa le esigenze dei ciclisti per pedalare alla scoperta delle salite del Montefeltro: i  Monti Catria, Petrano e Nerone, già tappe del giro d’Italia. Il complesso, circondato da oltre 100 ettari di verde, è il posto adatto per fare passeggiate all’aria aperta, running e trekking a cavallo, e da qualche tempo è diventata anche una pista di atterraggio per gli ultraleggeri.

La cucina a km zero. Valorizzare la cultura e i sapori tipici marchigiani grazie a prodotti e materie prime di qualità a ‘chilometro zero’, ovvero a basso impatto ambientale. In questo modo non solo il consumatore può degustare cibi sani e genuini, ma si rispetta anche l’ambiente grazie alle minore emissioni di CO2 dovute alla diminuzione dei trasporti legati ai prodotti alimentari. Al Ca’ Virginia ciò è reso possibile grazie alla cucina elettrica a induzione che esclude completamente l’utilizzo del gas sia per ottimizzare i tempi di cottura degli alimenti ma in particolar modo per ridurre le emissioni inquinanti.

Fonte

Categorie:   Impresa

Commenti

I commenti sono chiusi per questo articolo.